Alcamo - marketsicilia

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il territorio
Capitale indiscussa del vino "Bianco Doc", ma anche città d'arte, della solidarietà, della pace, della letteratura,essendo il suo nome legato al primo e originale cantore in lingua italiana, ovvero a Cielo d'Alcamo. La città di Alcamo non è solo il posto adatto per gustare i bianco "Alcamo Doc", i prodotti tipici agroalimentari e per ammirare e acquistare manufatti manufatti e oggettistica di autentica artigianalità, ma anche il miglior luogo per soggiornare e riscoprire i colori, i sapori e gli odori di una Sicilia da gustare e da vedere, magari, anche, da portere a casa. Alcamo è, infatti, anche mare con Alcamo Marina, la zona termale meglio conosciuta come Acque Calde o Sulfuree.
Adagiata sul blu del mar Tirreno, Alcamo venne fondata nel 828 dal comandante musulmano Al-Kamuk, da cui pio la località avrebbe preso il nome. Con se la città porta anche la storia dell'enogastronomia: l'odore e il colore della pasta "finocchi e sarde", della pasta "incaciata", dei famosi "maccarruna" con salsa di pomodoro, melanzane fritte, ricotta di pecora e basilico, degli spaghetti con aglio, olio, basilico e peperoncino, dei "bruciuluna", delle melanzane alla parmigiana, restano unici e irripetibili. Come uniche sono le uve, il melone "purceddu" verde d'inverno, il vino, l'olio, i cannoli, le "cassateddi", le ravazzate e le "minni di Virgini".
Un viaggio incantevole tra mare, campagna, montagna, boschi e spiagge per raccontare una vita, tante storie e le tante emozioni. E poi i monumenti: i suggestivi resti della Chiesa dell'Annunziata, la gotica chiesa di San Tommaso, il Collegio dei Gesuiti, la piazza Ciullo, il Castello dei Conti di Modica, antico maniero, oggi divenuto polo culturale.
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu